Sono Luca e sono da sempre un grande osservatore.

I dettagli sono quello che, per me, fa la differenza.

Da bambino osservavo mio papà che si dilettava con la sua macchina fotografica a rullino e mi sono appassionato cercando di esaltare in ogni inquadratura il particolare rilevante che i miei occhi riuscivano a cogliere.

Sono una persona precisa e sistematica: la fotografia per me è metodo, geometria, proiezione, ma ci sono emozioni che la fotografia riesce a regalare anche con meno tecnica. Il mio obiettivo, quindi, è quello di unire la tecnica con il saper cogliere l’attimo.

Ho iniziato a fotografare per immortalare i momenti di crescita di mia figlia, i suoi sorrisi, i suoi occhi che mi guardavano. Ho continuato portando sempre con me la macchina fotografica, perché nonostante il mio essere preciso, la fotografia è passione e può sempre esserci l’occasione giusta per uno scatto, anche se la luce o l’inquadratura non sono perfette. Dalle imperfezioni spesso nasce l’originalità. Dal ricordo associato a uno scatto, spesso si rievoca la stessa emozione provata in quell’istante. Dalla precisione di un’inquadratura, spesso nascono linee e profondità che permettono di riconoscersi in una foto.

Io fotografo per diletto, ma con l’impegno che mi caratterizza in ogni cosa che faccio nella mia vita. E come motto per la mia passione dico sempre che “Si può imparare anche da chi sembra non avere nulla da insegnare”!